Ci ha lasciati Bernardo Bertolucci

Ancora un lutto gravissimo per la nostra cultura: se n’è andato oggi Bernardo Bertolucci.

Non  dimenticheremo  i suoi film meravigliosi, incompresi e vilipesi, in questo nostro paese soprattutto. 

 

 

Schermata 2018-11-26 alle 11.15.39.pngSchermata 2018-11-26 alle 11.34.35.png

 

Schermata 2018-11-26 alle 11.35.33.png

 

 

 

 

GRAZIE MAESTRO, per averci aiutato ad amare il cinema e a pensare.

—————————-

Le recensioni  (fluviali), scritte da me, dei film di Bernardo Bertolucci sono a questi link:

L’ULTIMO TANGO A PARIGI

NOVECENTO atto 1

NOVECENTO ancora sull’Atto 1 e atto 2

IO E TE

Annunci

3 risposte a "Ci ha lasciati Bernardo Bertolucci"

  1. zapgina 27 novembre 2018 / 18:29

    Domanda: cosa pensi della questione ‘del burro’ in Ultimo tango a Parigi? Ho letto varie dichiarazioni tempo fa e ora stanno riemergendo con la forza dei social schierando in posizioni contrapposte. Non mi schiero, non saprei. Leggo che Bertolucci e Brando si sono messi d’accordo senza avvertire Maria Schneider per ottenere ‘l’effetto’ verità. Leggo che lei è rimasta traumatizzata. Leggo che non è vero. Leggo…
    mi interessa la tua opinione…

    Piace a 1 persona

    • laulilla 27 novembre 2018 / 21:04

      Sulla questione, sto con Bertolucci senza se e senza ma! Siccome non credo che questa risposta sia sufficiente vedrò di chiarirtene qualche motivo, molto schematizzando per comodità espositiva.
      1-fare l’attore è sicuramente, indipendentemente dal sesso, un mestiere ad altissimo rischio fisico e psicologico: esiste un’intera letteratura in proposito, tanto che qualcuno ha affermato (non ricordo chi, forse John Ford) che il cinema accelera la morte degli attori. Lo stress è dato dagli sforzi fisici: la vedova di Clark Gable, per esempio, voleva denunciare John Huston , Marylin Monroe e Arthur Miller per la morte del marito che era avvenuta poco tempo dopo la conclusione del film Gli spostati, spossante, stressante sul piano fisico e psicologico, per la ripetizione delle scene imposta dalla Monroe, eternamente insoddisfatta.
      2-Innumerevoli ed entrati nella leggenda i casi di suicidio, direttamente o indirettamente realizzato (alcool droga, tabacco, mescal) in seguito allo stato di depressione degli attori e delle attrici, che, passando da un ruolo all’altro sono spesso colti da crisi di identità, che cercano di superare con l’uso delle sostanze, aggravando il loro male.
      3)-Che lei sia rimasta traumatizzata, non lo posso escludere, non credo, però, che il suo caso sia diverso da quelli degli attori depressi che l’hanno preceduta e seguita su questa strada.
      4)-Non tutti gli attori hanno avuto il privilegio di lavorare con un regista grazie al quale proprio per quel ruolo, difficile, faticoso, imbarazzante, è ancora presente nella memoria collettiva. Non era né la Garbo, né la Bergman, né la Bacall: era una ragazzina dal viso fresco e un po’ buffo, di cui nessuno oggi ricorderebbe alcunché, mentre per tutti noi continua a essere l’emblema stesso della giovinezza curiosa e inquieta, inventata da Bertolucci e da Marlon Brando. What else?
      5)-detesto con tutte le mie forze l’uso integralistico del politically correct, che autorizza sempre e comunque la voglia di censura e di roghi in questo paese. Ciao.

      Piace a 1 persona

      • zapgina 27 novembre 2018 / 21:37

        Ho letto con interesse le tue spiegazioni. Non trovo altro da chiederti e ti ringrazio molto.
        Gli schieramenti mi infastidiscono. C’è anche chi – come Camon – attribuisce a queste scene il degrado della vita di Maria Schneider Non credo sia proprio così, è tutto più complicato in una vita.
        🤗

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.