i difetti del partner (Non dico altro)


Schermata 05-2456798 alle 09.41.16recensione del film:

NON DICO ALTRO

Titolo originale:
Enough Said

regia:
Nicole Holofcener

Principali interpreti:
Julia Louis-Dreyfus, James Gandolfini, Catherine Keener, Toni Collette, Tavi Gevinson, Ben Falcone, Tracey Fairaway, Eve Hewson, Christopher Smith – 93 min. – USA 2014.

Fermo restando che i molti film sugli amori fra mature signore sole e ugualmente soli e maturi signori suscitano più di un sospetto di trovarsi di fronte al tentativo di accattivarsi un pubblico di anziani in una società che invecchia, qui abbiamo, in ogni caso, un film garbato, narrato con una certa finezza introspettiva e con partecipazione malinconica dalla brava regista, nonché recitato in modo eccellente dai due attori protagonisti: James Gandolfini, scomparso di recente, e Julia Louis Dreyfus, che in seguito a questa interpretazione ha ricevuto una nomination per i Golden Globe. Come è ovvio aspettarsi, i due protagonisti della storia, Albert ed Eve, non essendo più giovanissimi, non sono più bellissimi: un ciccione lui, che mangia in maniera un po’ smodata; una donna piccolina lei, col corpo da bambina, anche se alla bellezza fisica si dedica per professione: è una massaggiatrice, infatti, che si sposta, col lettino portatile e pieghevole assai ingombrante, per mantenere tonico e curato il corpo della sua clientela, di cui spesso diventa amica e confidente. Questo succede anche con Marianne, la poetessa, conosciuta casualmente durante un affollato ricevimento, che ora si affida ai suoi massaggi e che le racconta, quasi ossessivamente, le malefatte dell’ex marito da cui ha divorziato da tempo. Eve è del tutto ignara, per il momento, che quell’ex marito altri non sia che Albert, conosciuto nella stessa occasione, col quale ha avviato da poco una relazione. Albert non è certamente privo di difetti, come tutti gli esseri umani del resto, ma ha simpatia da vendere e anche una semplicità affettuosa e cordiale nei modi, ciò che a lei piace molto e la sta conquistando. Una storia d’amore a quell’età, però, può essere particolarmente fragile, sia perché il peso dei fallimenti sentimentali rende molto prudenti e timorosi di una nuova storia (anche Eve ha un divorzio alle spalle), sia perché, cadute le illusioni giovanili, il maggiore realismo può spingere a ingrandire impietosamente le cose che non vanno dell’altro. Se poi, ulteriori difetti, mai notati in precedenza, vengono ingigantiti dal rancore mai metabolizzato di una ex moglie, allora la relazione rischia proprio di morire sul nascere. Questo ci racconta il film (che per certi aspetti potrebbe ricordare Gloria) di cui non svelerò la conclusione, con delicatezza e con grazia, e anche con una buona dose di compassione per i due protagonisti, che in qualche modo, magari molto imperfettamente, cercano di vincere la solitudine che li attende negli anni a venire, quando le rispettive figlie se ne saranno andate definitivamente per vivere la propria vita.

2 pensieri su “i difetti del partner (Non dico altro)

  1. Mi è parso un film tutto al femminile, gli uomini (forse a parte Albert) è come se non esistessero, i loro problemi non si citano e non interessano, sono di contorno. Putacaso anche i figli delle varie coppie sono tutte femmine. Mi è piaciuto solo per la simpatia espressa dai due personaggi principali, persone che ameresti conoscere. Modesta complessivamente l’opera.

    Mi piace

    • La regia è di una donna, infatti. Il personaggio centrale, però è lui, Albert, il che significa che il punto di vista maschile, è presente, eccome! Dopo tanti film, magari di guerra (più o meno stellare), raccontati con gli occhi degli uomini, ogni tanto un film al femminile mi sta bene! Questo non lo rende un film migliore di quello che è, hai ragione tu, non particolarmente eccelso! Sono però le tue motivazioni che mi convincono poco: è un film modesto, ma non per l’ottica femminile!

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...