l’importanza di non chiamarsi Adolfo (Cena tra amici)


recensione del film:
CENA TRA AMICI

Titolo originale:
Le Prénom

Regia:
Alexandre de La Patellière, Matthieu Delaporte

Principali interpreti:
Patrick Bruel, Valérie Benguigui, Françoise Fabian, Charles Berling, Guillaume De Tonquedec – 110 minuti – Francia, Belgio 2012

Questo film francese, che in francese si chiama Le prénom, è diventato in italiano Cena tra amici. Forse giova sapere che la cena in questione si svolge fra quattro parenti e un solo amico. L’amico è Claude, musicista svizzero, legato, fin dall’infanzia, da amicizia fraterna a Elizabeth, padrona di casa e insegnante alle superiori: per questa ragione e per altre che emergeranno alla fine del film è considerato da tutti un parente. A cena con loro, oltre a Pierre, professore sorboniano, marito di Elizabeth, la coppia Vincent – Anne, attivi nel mondo degli affari entrambi. Lui è il fratello di Elizabeth, lei è la sua compagna incinta. Le vicende del film nascono da uno scherzo, architettato lì per lì da Vincent, che comunica ai commensali la sua intenzione di attribuire al figlio nascituro il nome Adolphe, sinistramente evocativo di Hitler, ma secondo lui, omaggio al francesissimo scrittore liberale francese Bénjamin Constant, considerato uno dei padri del romanticismo d’oltralpe, grazie proprio al romanzo Adolphe. Sulla liceità di questo nome, è subito rissa: Vincent, lo chiarirà dopo un po’, ha teso una trappola provocatoria in cui sono caduti sorella e cognato, molto ben disegnati, nei loro stereotipi sinistresi, un po’ ridicoli nel sostenere la pericolosità di un nome (le prénom, appunto), che, da solo, potrebbe indurre chissà quali colpe e guai. Nel momento però in cui il destrorso Vincent ha buon gioco nel cogliere gli aspetti contraddittori e buffi della cultura del politicamente corretto, che è uno dei tic dei sinistrorsi di quella casa, egli rivelerà aspetti assai poco liberali del suo carattere, iniziando a interrogare Claude circa le sue preferenze sessuali, dando prova di agire e pensare secondo i più sgradevoli stereotipi, tanto da obbligare quasi l’amico a confessare un segreto che avrebbe volentieri tenuto per sé e che, una volta rivelato, metterà in crisi soprattutto lui, Vincent. L’epilogo del film ci lascia intuire che abbiamo assistito a una sorta di gioco in cui ognuno ha recitato una sua parte, come probabilmente era già avvenuto in passato, magari per altre ragioni e su altri temi, e come probabilmente accadrà ancora in futuro. Un gioco fondato sul gusto del “cazzeggio” e forse anche del mobbing, mantenuto, però, dentro limiti affettuosi, assai lontano, quindi, da quella volontà cattiva di ferirsi davvero, presente nell’ultimo film di Polanski, Carnage, a cui molti, a sproposito, almeno secondo me, hanno accostato questo lavoro.
Un filmetto garbato, tratto da uno spettacolo teatrale (si sente!), abbastanza divertente, ma niente di più.

Advertisements

2 pensieri su “l’importanza di non chiamarsi Adolfo (Cena tra amici)

  1. Sembra interessante l’idea che a partire da uno scherzo si arrivi a toccare questioni personali di grossa portata, passando da un’atmosfera leggera ad una un po’ pesante ma con una luce di chiarezza di cui forse tutti avevano bisogno. Il film non l’ho visto, è l’idea che mi sono fatta leggendo il tuo post. A presto.

    Mi piace

    • Che dire? Citando Flaiano, la situazione è (era) grave, ma non seria, nel senso che le insistenze pesanti di Vincent inducono il povero Claude a dire quale sia il grande amore della sua vita. Questa confessione sconvolgerà letteralmente Vincent senza alcuna ragione plausibile, se non quella che si tratta di un uomo che non è mai cresciuto e che rifiuta di crescere, irrazionale, infantile e incorreggibile, del tutto intenzionato a ripercorrere quelle stesse strade in futuro. Naturalmente non posso rivelare di più perché non voglio fare “spoiler “. Grazie! 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...